Un futuro da incubo

Filippo, gatto mio, questa notte ho avuto un incubo.
Mentre sognavo di navigare in Internet, mi è capitato di leggere che è stata costruita e già sperimentata la Macchina del Tempo! L'hanno inventata alcuni nostri parlamentari. Ho subito pensato a quanto tempo libero devono avere questi signori per dedicarsi ad altro invece di pensare a noi. Saranno stati pagati con sostanziosi gettoni di presenza e avranno lavorato in una sotto, sotto, sotto commissione con un nome di incomprensibile per noi mortali, tipo Cominteco che tradotto significa: COmmissione MInisteriale delle Nuove TEmatiche COntestatarie.
Insomma, per farla breve, avevano un laboratorio segreto sovvenzionato grazie ai fondi ricavati da espropri pubblici, detti proletari, di grandi supermercati e grazie alla vendita delle macerie dei MacDonald demoliti a calci e a colpi di spranga. Tutto nel più completo silenzio, come da direttive impartite dai loro Commissari Politici preposti al riempimento settario dei cervelli più giovani e illusi.
Appena costruita, hanno immediatamente collaudato la macchina e sono finiti nell'anno 2013 della nuova Era Postliberale che chiamavamo "del 50 percento più uno", finché non sono arrivati i "tecnici" cancellando tutto e aumentando tasse e spese pubbliche.
Incredibile come certe Ere cambino così repentinamente, senza nemmeno un segnale di preavviso come la caduta di una cometa o un terremoto. Sembra, comunque, che il cambio sia dovuto proprio alle ultime elezioni politiche del 2013 dove si è appreso, ma per certuni si è solo confermato, che il nostro Paese è per il 50 percento più uno anti tutto e tutti, mentre il resto della popolazione vive in un Limbo precario dove vagano spaesati e senza alcun fine moralmente giusto nella vita vari gruppi composti da fascisti nostalgici, centristi liberali in stato confusionale, clericali talebani, imprenditori illusi affetti dal virus detto Faidate e malpensanti convinti che la proprietà privata è un diritto e non una manifestazione di ingordigia e sfruttamento.
Ma veniamo a questo esperimento che sembra sia stata un'esperienza a dir poco traumatica.
Appena giunti nel 2013, hanno fatto un giro di perlustrazione del Paese a cominciare dalla Capitale e hanno fatto delle scoperte incredibili. Alla Presidenza della Nuova Pseudo Repubblica hanno trovato un clone ricavato dall'ultimo Presidente umano, dato che non hanno trovato un degno sostituto. L'originale vive tranquillo e felice sotto mentite spoglie in una località che sa solo lui. I pochi nominativi proposti per succedergli non andavano mai bene, perché quelli che sarebbero potuti essere degni dell'alta carica venivano subito bruciati e cestinati essendo chiaramente super partes. Ma non finisce qui.
Il senato è stato abolito perché poco affidabile visti i numeri e i suoi componenti sono stati smistati in base alla colorazione politica. Quelli della parte che governavano fino a poco fa, sono stati ibernati nel caso un giorno, dovesse vincere l'opposizione, pretendessero la riapertura del Senato e mancassero i numeri per poter governare, mentre gli altri, e in particolare i più giovani - si fa per dire - sono stati arruolati a forza nelle appena costituite Forze Disarmate destinate al Volontariato Imposto. Oltre a tutto ciò, hanno scoperto che nell'unica Camera rimasta alle sedie e alle poltrone dell'opposizione sono state accorciate le gambe di venti centimetri per una questione di visibilità televisiva durante le assemblee e i loro microfoni muniti di silenziatori a comando controllati direttamente dalla presidenza. E' stato anche emesso un nuovo Calendario Ufficiale delle Festività e delle Ricorrenze, in cui sono annotati i nomi dei cittadini che, grazie a una particolare tessera rossa magnetica, possono partecipare liberamente.
Ai più assidui e scalmanati, durante i cortei, sono distribuite gratuitamente dalla Stato bandiere recanti simboli politici della maggioranza estrema o di paesi integralisti e dittatoriali, cartelloni inneggianti all'odio razziale e a quello di classe, mentre a coloro che si dimostrano più intolleranti e violenti lo Stato fornisce bottiglie piene di benzina Avio, bastoni, caschi e passamontagna da utilizzare per bruciare le bandiere di noti paesi illiberali nei confronti di quelli integralisti e, se mai ce ne fosse ancora qualcuno aperto, qualche MacDonald, ambasciate e uffici di rappresentanza dei Paesi di cui sopra.
Ai cittadini esclusi da queste simpatiche e "folkloristiche" adunate e privi della tessera è stato applicato sotto pelle un microchip per poterli individuare tramite nuovi satelliti a tecnologia cinese, nel caso avessero l'insana idea di intrufolarsi nei cortei, e poterli così espellere immediatamente.
Sorvolando alcune città, gli esploratori hanno notato che le vie e le piazze cittadine erano state rinominate e i nomi di santi o di famosi personaggi sostituiti con altri più appropriati come Piazza Fidel, Largo Ahmadinejad, viale Hamas, Vicolo Jihyad.
Anche nel campo della Comunicazione questa nuova Era ha lasciato un suo inconfondibile segno. Sono state oscurate le televisioni commerciali inutili e travianti perché troppo tolleranti, visto che il commercio e la comunicazione sono gestite solo a livello statale grazie a tessere che danno diritto a rifornirsi e informarsi secondo le ideologie politiche ammesse. Rimane solamente un'emittente gestita direttamente dal Governo che decide i programmi e sceglie gli operatori e, tra questi, solo comici a senso unico di fede certificata per i programmi di intrattenimento.
Infine, si è scoperto che nel Nuovo Dizionario Ufficiale della Lingua Italiana, unico di cui sia permessa la vendita e il possesso anche a privati, alla parola Cultura la "C" è stata sostituita con la "K", mentre dal Nuovo Atlante Geografico Statale, anch'esso l'unico consentito, sono stati cancellati alcuni Stati come gli U.S.A o Israele e al loro posto c'è la dicitura: Paesi proibiti perché da epurare definitivamente.
Al termine del collaudo gli scienziati sono precipitosamente tornati alla nostra epoca e hanno informato il Governo che ha immediatamente occultato la macchina e cancellato il diario di bordo dal computer di navigazione. Nonostante ciò, per colpa del virus L.I.R.T. (Libera Informazione Ribelle e Testarda), il testo è finito su Internet e così ho potuto leggerlo.
Dai, Filippo, non fare quel muso terrorizzato, lo so bene che siamo adesso nel 2013, ma era solo un sogno, un incubo dovuto a te che mi dormi sullo stomaco. Lo sai che difficilmente i sogni si avverano. Dici che a volte può capitare? Beh, amico mio, speriamo di No, intanto mettiamoci a pregare Santa Democrazia, prima che sia anche lei epurata dal calendario.

paolo carbonaio




MENU DEL SITO

 
 

Questo sito con gli scritti e le immagini che lo compongono
è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons
Creative Commons License